Le città della Puglia

La Puglia, oltre che ad esser nota a livello nazionale ed internazionale per le sue amenità naturalistiche, gode di un’ottima reputazione anche per la bellezza delle sue città.
Il paesaggio urbano pugliese risulta infatti essere molto variegato, con uno straordinario grado di eterogeneità e peculiarità delle sue città e dei suoi paesi, sebbene presenti notoriamente molteplici aspetti architettonici comuni a tutto il territorio regionale.
Le città di Puglia solitamente si connotano per il forte carattere dei centri storici, risalenti prevalentemente all’epoca medioevale e contraddistinti per la massività degli edifici, realizzati in pietra locale (principalmente pietra di Trani, di Apricena o tufo salentino), per le viuzze strette e per la presenza di imponenti edifici. Particolarmente note sono le monumentali meraviglie dei duomi di Puglia, principalmente in stile romanico, tra cui è doveroso citare la Basilica di San Nicola di Bari, la cattedrale di Trani e la cattedrale di Bitonto. Altri edifici fortemente caratterizzanti le città pugliesi sono i poderosi castelli di epoca sveva e normanna, di cui numerosi esemplari sono presenti su tutto il territorio regionale grazie alla predilezione di Federico II di Svevia per questa terra, e tra cui ricordiamo Castel del Monte, la Fortezza di Lucera e il Castello di Otranto, in cui peraltro è ambientato il romanzo di Horace Walpole del 1764 “The Castle of Otranto”. Inoltre una delle meraviglie di Puglia che contribuisce fortemente alla grande notorietà in campo artistico della nostra regione è senza dubbio il barocco leccese, un’esuberante interpretazione locale di questo ricco stile architettonico che ha dotato la città di Lecce di splendidi palazzi e di eccellenze architettoniche, come la Basilica di Santa Croce e il Palazzo dei Celestini.

Le bellezze della Puglia sono particolarmente appariscenti quando la conformazione del territorio e la presenza di elementi naturali di grande pregio, quali la costa, i promontori rocciosi, il paesaggio rurale, si combinano con le meraviglie dell’architettura delle città. Questo è senza dubbio il caso di numerosi paesi che si affacciano sulla costa, coinvolgendo il mare nella conformazione urbana e nelle dinamiche della vita quotidiana dei suoi abitanti. Uno splendido esempio di insediamento urbano perfettamente integrato nel paesaggio costiero è la città di Polignano a Mare, che, arroccata sul promontorio, forma un unicum con la costa che la ospita. Differente carattere, sebbene altrettanto suggestivo, hanno le città che si rivolgono al mare con una topografia più dolce, e che spesso sono sede di affascinanti porti, come nel caso di Bisceglie, Giovinazzo, Monopoli e Gallipoli.

Altrettanto meritevoli di attenzioni risultano essere le città di Puglia ubicate nell’entroterra, piccoli paesi che si integrano perfettamente nel paesaggio in cui sono immersi e che si fanno portavoci delle antiche tradizioni locali ancora presenti. E’ il caso di Cisternino, meravigliosa città immersa nella Valle d’Itria, o di Gravina in Puglia, fortemente caratterizzata dalla prepotente presenza della gravina da cui prende il nome e dal prospiciente Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Infine è doveroso citare una delle bellezze di Puglia più rinomate a causa della forte caratterizzazione dei suoi edifici, Alberobello ed i suoi trulli. Alberobello infatti risulta essere uno dei rari esempi in cui il tipo edilizio dominante della sua conformazione urbana è la costruzione tipica delle aree rurali della Puglia centrale, il trullo, ossia un riparo temporaneo per gli attrezzi agricoli realizzato con pietre locali e dalla caratteristica copertura a cono. Questo affascinante esempio di perfetta integrazione tra spirito rurale e cultura urbana risulta emblematico del forte carattere del territorio pugliese, in cui tradizione ed intraprendenza si fiancheggiano.

Aggiungi Commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *